INAIL :Aggiornato il CRUSCOTTO INFORTUNI e rese accessibili le informazioni ai datori di lavoro

Con la Circolare n. 31 del 2 settembre 2016 l’Inail ha effettuato un aggiornamento al cruscotto infortuni, rendendo accessibili le informazioni ai datori di lavoro e ai loro intermediari.

In continuità con l’azione di semplificazione avviata dal d.lgs. 151/2015, l’Inail ha effettuato un aggiornamento al cruscotto infortuni, rendendo accessibili le informazioni ai datori di lavoro e ai loro intermediari.

Il decreto legislativo n.151/2015 ha abolito l’obbligo della tenuta del Registro infortuni in una logica di semplificazione degli adempimenti a carico del datore di lavoro, resta comunque l’obbligo del datore di lavoro di denunciare all’Inail gli infortuni occorsi ai dipendenti prestatori d’opera.

Al fine di offrire agli organi preposti all’attività di vigilanza uno strumento alternativo in grado di fornire dati e informazioni utili ad orientare l’azione ispettiva, l’Inail ha realizzato il Cruscotto infortuni le cui funzionalità sono illustrate con la circolare n. 92 del 23 dicembre 2015.

E’ stato effettuato un aggiornamento di tale applicativo consentendo l’accessibilità ai datori di lavoro e ai loro intermediari delle informazioni relative agli eventi infortunistici dagli stessi denunciati, a decorrere dal 23 dicembre 2015 e contenute nel Cruscotto infortuni.
L’utente, attraverso le credenziali per l’accesso al servizio della denuncia di infortunio in modalità telematica, ha la possibilità di visionare i soli dati infortunistici relativi alla propria azienda o alle ditte di cui gli intermediari hanno la delega.
Fonte: INAIL

 

Annunci

Commenti disabilitati su INAIL :Aggiornato il CRUSCOTTO INFORTUNI e rese accessibili le informazioni ai datori di lavoro

Archiviato in news

DURC

DURC E IRREGOLARITÀ CONTRIBUTIVA

Il Ministero ha chiarito che con l’introduzione del Durc online (dm 30 gennaio 2015), non è possibile parlare di “Durc irregolare”: un’eventuale irregolarità contributiva, infatti, non consente affatto il rilascio del Durc (e quindi il Durc può solo essere “regolare”).

Viene precisato che nel sistema online, se le verifiche non danno esiti positivi, è prevista una procedura di regolarizzazione e solo dopo il completamento di questa procedura può essere rilasciato il Durc.

Nei lavori privati è il committente che deve chiedere il Durc a impresa e lavoratori autonomi per verificare la loro idoneità tecnico professionale, ma non deve più trasmetterlo all’Amministrazione prima dell’inizio lavori.

In caso di lavori pubblici, invece, il documento deve essere acquisito d’ufficio.

DURC E SOSPENSIONE DEL TITOLO ABILITATIVO

In merito al secondo quesito, il Ministero ha chiarito che la mancata regolarità contributiva, ovvero l’assenza del Durc, determina la sospensione del titolo abilitativo e quindi l’impossibilità di effettuare i lavori.

 

Commenti disabilitati su DURC

Archiviato in news

Inail: nuovi documenti per la sicurezza dell’autista di autobetoniera

Un manuale e un vademecum affrontano il tema della sicurezza dell’autista di autobetoniera. Focus sulla prima fase di lavoro, sul giro della sicurezza, sulla salita e discesa dalla cabina, sulle distanze di sicurezza e sui comportamenti corretti.
Per migliorare la prevenzione degli infortuni nell’utilizzo di autobetoniere e nelle attività nelle centrali di betonaggio, per favorire comportamenti corretti e sicuri e aumentare la conoscenza di buone prassi, norme e obblighi, l’ Inail ha recentemente realizzato – insieme a  ATECAP (Associazione tecnico economica del calcestruzzo preconfezionato) – due manuali

Il  “Manuale per l’autista di autobetoniera” – rivolto alle imprese del settore – si prefigge “l’obiettivo di divulgare la cultura della sicurezza” e di “migliorare le condizioni di lavoro attraverso lo sviluppo di buone pratiche e la diffusione della conoscenza”.

La struttura del manuale è semplice: “dopo la descrizione dei luoghi di lavoro, sono presentate le fasi e le attività che fanno parte della giornata lavorativa dell’ autista di autobetoniera in modo sequenziale. Per ognuna di queste sono indicati i rischi prevalenti, le misure di prevenzione e protezione, suddivise in generali e specifiche, poste in capo al Datore di lavoro e i comportamenti corretti che il lavoratore deve tenere per ridurre e/o eliminare tali rischi, i DPI a disposizione del lavoratore. Nella sezione dedicata al cantiere sono inoltre indicate le azioni che l’impresa esecutrice deve intraprendere per gestire i rischi da interferenza con il fornitore di calcestruzzo”.

Il “Vademecum per l’autista di autobetoniera. I comportamenti corretti” è a disposizione di tutte le aziende del settore che “vogliono intraprendere un percorso di miglioramento della conoscenza e delle competenze dei propri lavoratori, agendo sulla sensibilizzazione e sul coinvolgimento a tutti i livelli di responsabilità ed è di supporto al ‘Manuale per l’autista di autobetoniera’. Le indicazioni fornite sono aggiornate in funzione delle attuali innovazioni tecniche e tecnologiche, dello sviluppo di buone pratiche e delle vigenti disposizioni legislative in materia”.

ManualeAutistaAutobetoniera

 

 

 

Commenti disabilitati su Inail: nuovi documenti per la sicurezza dell’autista di autobetoniera

Archiviato in news

GUIDA SICUREZZA PONTEGGI FISSI

Un’ utile guida, un quaderno per immagini, sui ponteggi fissi,Guida sicurezza ponteggi fissi prodotta da INAIL

Commenti disabilitati su GUIDA SICUREZZA PONTEGGI FISSI

Archiviato in news

“EDILIZIA SI…CURA” il progetto informativo a cura del CPT della Spezia e di INAIL sede della Spezia

 

“Edilizia si..cura” è il titolo del progetto in tema di prevenzione dei rischi lavorativi, pensato per i lavoratori del settore edile, attraverso incontri informativi da realizzarsi in prossimità dei cantieri e promosso dalla Direzione territoriale dell’INAIL della Spezia e dal Comitato Paritetico Territoriale (CPT) per la prevenzione degli infortuni, igiene ambiente di lavoro in edilizia della provincia della Spezia, costituito e gestito pariteticamente da ANCE La Spezia- Associazione Nazionale Costruttori Edili-e dalle Organizzazioni Sindacali FILLEA-CGIL, FILCA-CISL, FENEAL-UIL
Il progetto traduce in pratica quanto convenuto nell’accordo siglato il 16 febbraio scorso dai responsabili degli enti promotori: per Inail, il direttore provinciale, Alfonsina Amaduzzi, e per il CPT, il Presidente, Cristiano Lavaggi e il vice presidente Gianni Carassale.
Una metodologia innovativa che, sovvertendo la tradizionale impostazione, rende possibile e più efficace, perché effettuata “nei cantieri”, la sensibilizzazione dei lavoratori e delle aziende sui comportamenti rischiosi per la salute e sicurezza su lavoro.
L’impegno nasce dalla consapevolezza delle difficoltà che attraversa il settore edile e dall’intento di andare incontro alle esigenze di sicurezza di imprese e lavoratori (con un’attenzione particolare ai lavoratori stranieri) per ridurre, al massimo livello possibile, i costi sociali ed economici degli infortuni in un settore, l’edilizia, che contribuisce in maniera rilevante al fenomeno complessivo sia in ambito nazionale sia provinciale.
Il percorso sarà strutturato a partire dai contenuti che le aziende segnaleranno al Comitato paritetico (via e-mail: info@cptlaspezia.it o via fax al numero 0187. 712520) quale risultato dell’esperienza operativa e della pratica quotidiana, e della consultazione e del confronto con i propri lavoratori.
Incontri  informativi, diffusione di opuscoli e, più in generale, azioni di supporto e consulenza per le imprese e i lavoratori sono gli interventi che connotano il progetto spezzino che affianca istituzioni ed enti bilaterali in un’azione straordinaria di sostegno della cultura della sicurezza nel settore edile.

 

 

Commenti disabilitati su “EDILIZIA SI…CURA” il progetto informativo a cura del CPT della Spezia e di INAIL sede della Spezia

Archiviato in news

DURC ONLINE

Dal 1 LUGLIO 2015  DURC ONLINE

Dal primo luglio 2015 sarà possibile ottenere il DURC ONLINE IN TEMPO REALE.

Dopo le prime indicazioni operative arrivate da parte del Ministero del Lavoro sono arrivati i chiarimenti anche da parte della CNCE (Commissione Nazionale Casse Edili).

La nota della Commissione fornisce utili chiarimenti operativi, rivolte sia agli operatori del settore che alle Casse edili, riguardo:

  • quadro normativo di riferimento
  • soggetti abilitati alla verifica del DURC on line
  • gestione della richiesta del DURC on line
  • istruttoria, portali Inps e Inail e Banca dati nazionale imprese irregolari (BNI)
  • modalità di invito alla regolarizzazione
  • requisiti di regolarità delle imprese
  • decorrenza e periodo transitorio

A SEGUIRE CHIARIMENTO CNCE

Commenti disabilitati su DURC ONLINE

Archiviato in news

TU 81-08 – Ed. Dicembre 2014

Commenti disabilitati su

Archiviato in news

GLI SCAVI

UN’ UTILE PUBBLICAZIONE, A CURA DELL’ INAIL, RELATIVI ALLE TECNICHE DI ESECUZIONE E MESSA IN SICUREZZA DEGLI SCAVI

MANUALE SCAVI INAIL      scavi

Commenti disabilitati su GLI SCAVI

Archiviato in news

I PONTEGGI

UN’ INTERESSANTE PUBBLICAZIONE A CURA DELL’ INAIL INTRODUCE IN MANIERA SEMPLICE, MA ESAUSTIVA, ALL’UTILIZZO DEI PONTEGGI IN EDILIZIA

MANUALE PONTEGGI INAIL        ponteggio

Commenti disabilitati su I PONTEGGI

Archiviato in news

CAMPAGNA INFORMATIVA REGIONALE SULLE MALATTIE PROFESSIONALI

L’INAIL, i ministeri del Lavoro e delle Politiche sociali e della Salute, le Regioni e le Province autonome hanno promosso una campagna nazionale a sostegno del piano di prevenzione sulle malattie professionali con l’obiettivo di richiamare l’attenzione di tutti i soggetti coinvolti sui principali fattori di rischio, al fine di elevare i livelli di prevenzione nell’ambiente di lavoro.

A livello locale, la sede INAIL della Spezia e la ASL 5 Spezzino – S.C. PSAL hanno aderito alla campagna, diffondendo il seguente materiale informativo

_Agri_BR_DL (2)

_Agricoltura_DL_MS

_GD DL_MS

_Trasporti DL (1)

 

Commenti disabilitati su CAMPAGNA INFORMATIVA REGIONALE SULLE MALATTIE PROFESSIONALI

Archiviato in news